japan is an island

venerdì 26 dicembre 2008

Japan is an island 2008 awards

Ripiombo su questi lidi oramai desertici per stilare la tradizionale classifica di fine anno (il lieve ritardo, ma tanto fino a giorno 6 siamo ancora in festa) che tanto mi piace fare. Non garantisco, nel nuovo anno, grandi aggiornamenti: non ho ancora deciso se partecipare al Vulcanus 2009 (le motivazioni vengono meno) e in caso negativo preferirei chiudere baracca e burattini, e semmai aprire un altro blog quando ne avrò voglia (in quel caso vi farò sapere). Comunque, non potevo esimermi dallo stilare la lista del meglio di questo stranissimo anno.

l'ambitissima statuetta dei Japan is an island awards 2008

Prima di iniziare, vi segnalo altre classifiche più o meno utili e divertenti: la classica top ten del Time quest'anno pecca di una mancanza sconcertante: non ha stilato la lista dei dieci migliori fumetti (mentre ha elencato frivolissime liste di cose inutili: "frasi degne di venir stampate su una t-shirt", "gaffe a microfono aperto", e altra roba simile). Peccato, perché comunque alcune scelte sono sicuramente condivisibili, altre coraggiose, altre ancora deliziosamente sconcertanti.

Pitchforkmedia offre la solita abbondanza di classifiche: una top 100 delle tracce audio più meritevole (quasi tutte dotate di preview per farzi un'idea del brano), più la top 50 degli album rock più riusciti (a margine anche una selezione di meritevoli candidati che non ce l'hanno fatta). Anche qui, ce ne è per tutti i gusti.

Niente top ten fumettistica (ancora) per quelli de Lo Spazio Bianco. La pubblicheranno nei primi mesi del 2009, quando ormai il fascino di quest'atmosfera festiva sarà bello che andato. Peccato! In fin dei conti in questi giorni manca proprio una fonte autorevole che stili una lista dei libri a fumetti meglio riusciti dell'anno appena trascorso.

Bando alle ciance e lanciamoci nella mia personalissima lista di tutto ciò che di buono è uscito in questo 2008.

MIGLIOR SERIE TV
ROMANZO CRIMINALE



Una serie tv italiana di alta qualità! Nel 2008 non è fantascienza, ma la nuda e cruda realtà. Romanzo Criminale - la serie ripercorre, con un triplo sarto carpiato tra realtà e fiction (passa per l'omonimo romanzo, che è diventato l'omonimo film, che questa volta si incarna nell'omonimo -che fantasia- serial televisivo) le tragiche avventure della cosiddetta banda della magliana, al centro della malavita italiana tra gli anni '70 e '80. Droga, omicidi, sequestri, servizi segreti deviati: una grossa fetta di storia segreta d'Italia. Ottimo il cast, la recitazione e la ricostruzione storica: ancora meglio la regia. La serie funziona sotto tutti gli aspetti, a quattro puntate dal termine, e non si capisce come possa sbagliare, considerato che segue (quasi pedissequamente) il buon libro da cui è tratta.

Altre nomination: Lost - quarta stagione
Vincitore del 2007: Californication


MIGLIOR VIDEOGAME
FOOTBALL MANAGER 2009


Guidare il Celtic alla conquista di Scottish Premier League non ha prezzo. 4 4 2 offensivo con ali molto mobili, centrocampo a rombo col mediano di rottura dietro e il regista con licenza di segnare davanti, centravanti boa e seconda punta opportunista e veloce. Questo il mio schema, in attesa di poter sganciare la grana per poter giocare col 4-3-3 zemaniano dei miei sogni (servono attaccanti di razza e difensori skillati per poter eseguire al meglio la tattica del fuorigioco e correre come pazzi a causa della difesa alta).

Altre nomination: Apollo Justice Ace Attorney
Vincitore del 2007: Phoenix Wright: Trials & Tribulations

MIGLIOR LIBRO
GOMORRA
Ecco, tradisco per la prima volta il senso di questa lista annuale citando un libro che è uscito ormai due anni fa. Ma tradisco volentieri, visto il genere di libro e visto che comunque, tra ristampe e copertura mediatica, si può certo dire che 2008 è stato l'anno di Gomorra e di Roberto Saviano. Divorato in poche nottate, Gomorra è alta letteratura al servizio del giornalismo di denuncia.

Altre nomination: avrei voluto dire Guerreros di William Gibson, ma è stata una tale delusione...
Vincitore del 2007: Hey, Nostradamus!


MIGLIOR FUMETTO
PASCIN
Se c'è qualcosa che mi piace di più delle biografie di personaggi bizzarri realmente esistiti, sono le biografie immaginarie di personaggi bizzarri realmente esistiti. Joann Sfar, sopraffino fumettista francese autore, tra le altre cose, degli splendidi Piccolo Vampiro e La Fortezza (con quell'altro geniaccio di Trondheim), prende come pretesto la figura poco conosciuta del pittore Jules Pascin e vi ricama attorno un mondo, quello dell'arte nella Parigi anni '20, fatto di gangster e filosofi, pittori, pezzenti e puttane. Con un disegno altalenante (qui acquerello, qui abbozzato, qui chinato con mano pesante), Sfar crea dal nulla la vita di questo pittore/puttaniere, innamorato delle donne e dell'alcol, e nel farlo rivaleggia in cialtronaggine con la sua stessa creagtura disegnata. Deliziosamente divertente.

Altre nomination: Una lieve imperfezione
Vincitore del 2007: Super F*ckers

MIGLIOR CALCIATORE
ANDREI ARSHAVIN

In barba al quel pallone (d'oro) gonfiato di Cristiano Ronaldo, il vero calciatore di questo 2008 è l'uomo simbolo dello Zenit San Pietroburgo vincitore di Coppa Uefa e Supercoppa Europea, e della Russia capace di una bellissima figura agli scorsi campionati europei (a dir la verità non così esaltanti, per il resto). Trequartista moderno, capace di segnare e mandare in gol i compagni, così come di macinare chilometri per il bene della squadra, Arshavin è destinato a calcare presto i campi di campionati prestigiosi: quasi sicuramente se lo aggiudicheranno gli intelligentissimi inglesi. Qui sopra una selezione di grandi gol a opera del genio.

Vincitore del 2007: Shunsuke Nakamura

MIGLIOR FILM
IL DIVO

Tanto fiacca l'annata precedente, quanto ricca quella che si è appena chiusa. La spunta l'ennesimo ottimo film di Paolo Sorrentino, sulla vita (e le opere di bene) del senatore a vita illustrissimo Giulio Andreotti. Anche qui, una bella fetta di storia sommersa d'Italia, un'impeccabile (visionaria e a tratti geniale) regia per un film che pesa e che resterà, oh se resterà, nella storia del cinema italiano. Sopra la scena d'apertura, ditemi se non è spettacolare e stilosissima.

Altre nomination: Gomorra, Be Kind Rewind, Il petroliere
Vincitore del 2007: non pervenuto

MIGLIOR DISCO
WE ARE BEAUTIFUL, WE ARE DOOMED
Che mi sia innamorato di questa band gallese non è un mistero, tutt'altro. Che mi sia divertito da matti al concerto, è cosa risaputa. Che fino a qualche settimana fa considerassi il disco d'esordio dei Los Campesinos! il migliore dell'anno, forse qualcuno poteva immaginarselo, quindi. Sbagliato! Perché il loro successivo lavoro (due dischi in un anno, anche se il secondo è più corto) è addirittura migliore, più maturo, forse più arrabbiato, un po' meno patinato, molto sentito. Figo.

Altre nomination: M83 - Saturdays = Youth, Vampire Weekend - s/t, Los Campesinos! - Hold on now, Youngster!
Vincitore del 2007: Bloc Party - A weekend in the city (per mancanza di alternative)

MIGLIOR PORNOSTAR
LA MIA RAGAZZA
E mi pare di aver già detto abbastanza (sono un gentiluomo).

Buon anno a tutti!

4 commenti:

akappa ha detto...

...miglior pornostar?
Pancia, monello sei!

Nino ha detto...

A proposito di ottime serie italiane, vorrei segnalare Boris. In questo momento non ho una grande voglia di descriverla ma consiglio caldamente di andarsela a cercare!

Anonimo ha detto...

non ho voglia di loggarmi , così posto in anonimo. Massì.
Ho letto un post di inizio 2007 trovato non so come su google. poi leggo l'ultimo post del 2008. Mi domando se alla fine in giappone ci sei andato. io dal giappone sono appena tornato. i miei migliori auguri. PS: pure io sto lottando per tornarci ... ma a lavorare ... non ad ubriacarmi ;) Chau ! MikroJinn

Anonimo ha detto...

bona la tua ragazza...complimenti